Classificare, pensare, escludere

Dalla formazione del pensiero razzista in Europa alla preparazione della Shoah e dei genocidi del XX secolo.
Seminario di formazione per docenti dell'Emilia-Romagna e della Repubblica di San Marino
1° modulo a Bologna, 6 - 7 novembre 2009
2° modulo a Parigi, 6 - 8 dicembre 2009 

 

Il seminario intende mettere in luce il terreno culturale che nel corso del XVIII e del XIX secolo ha preparato la Shoah e, più in generale, gli altri genocidi e massacri di massa del Novecento, tentando di individuare alcune tappe fondamentali di quel percorso che condusse l'Europa dell'Anti-Illuminismo – movimento intellettuale caratterizzato dal rifiuto dell’insegnamento positivista del Secolo dei Lumi (liberté, égalité, fraternité), dall'esaltazione della forza e della virtù redentrice della guerra, nonché dalla ferma convinzione dell'inuguaglianza delle "razze umane" – a concepire e realizzare programmi di annientamento dell'Altro, in nome della razza. 
L’obiettivo principale del corso è quello di fornire ai docenti strumenti interpretativi e storiografici che consentano di approfondire gli eventi e i temi proposti, soprattutto alla luce delle diverse ricerche storiografiche pubblicate in questi ultimi anni in Europa. Non mancheranno, tuttavia, alcuni interventi più prettamente didattici, con l'intento di offrire agli insegnanti materiali e spunti di lavoro per la rielaborazione dei concetti discussi in una prospettiva educativa, declinando anche al tempo presente un tema di grande attualità come il razzismo.

Tra i relatori: Georges Bensoussan, Nicola Labanca, Yves Ternon, Alberto Burgio, Alberto Cavaglion, Joël Kotek, Christian Ingrao, Valentina Pisanty e molti altri.

Classificare, pensare, escludere è un progetto promosso dal Mémorial de la Shoah di Parigi, dal Comune di Rimini, dalla Fondazione ex campo Fossoli, dall'Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, con la partecipazione e il sostegno della Commissione nazionale sammarinese per l'Unesco e di numerose Istituzioni e Associazioni della Regione Emilia-Romagna.
L'iscrizione  è riservata ai docenti in servizio presso scuole secondarie di primo e secondo grado della Regione e della Repubblica di San Marino, con priorità per i docenti di storia.